Bologna–Fiorentina 1-1: al goal di Bernardeschi risponde Giaccherini

E’ l’anticipo tra il Bologna di Donadoni e la Fiorentina di Sousa (spettatore dalla tribuna dopo la squalifica, sostituito da Victor Sanchez) ad aprire la 24a giornata di Serie A. Allo Stadio Dall’Ara i padroni di casa vogliono riprendersi immediatamente dopo la sconfitta contro il Frosinone dello scorso turno infrasettimanale, mentre la squadra viola vuole continuare a difendere il terzo posto dalle dirette inseguitrici. Assenze pesanti per entrambe le squadre, scelte quasi obbligate per i due tecnici. Donadoni deve rinunciare a Rossettini e Ferrari in difesa, al loro posto l’allenatore sceglie Mbaye e Maietta non al meglio della forma fisica. Assente anche Mirante, al suo posto Da Costa, centrocampo composto da Masina, Donsah, Diawara e Taider. Mounier, Destro e Giaccherini formano il trio d’attacco. Sousa schiera a sorpresa Babacar al posto di Kalinic, novità Tello in attacco insieme a Mati Fernandez, in panchina troviamo anche Zarate che ha risolto la sfida scorsa contro il Carpi nei minuti finali del match. La squadra toscana scende in campo con Tatarusanu in porta dietro a Astori, G.Rodriguez, Roncaglia e Tomovic, a centrocampo Vecino, B.Valero, Pasqual e Bernardeschi.

PRIMO TEMPO – Prima mezz’ora di sostanziale equilibrio, poi i viola si accendono e si rendono pericolosi in più occasioni. Al 33′ Bernardeschi lancia Tello che entra in area e conclude a rete, Da Costa però è attento a respingere. Due minuti più tardi sempre l’ex Barcellona sfonda sulla destra con una super accelerazione mettendo in mezzo un’ottimo pallone per Babacar che però tira alto. Prima frazione di gioco non bellissima, solo due occasioni create dalla Fiorentina il cui caldo pubblico si è fatto sentire in aperta polemica con la società.

SECONDO TEMPO – Per gli ospiti c’è il primo cambio con Kalinic in campo al posto di Babacar: negativa la sua prestazione oggi. Al 47′ M. Fernandez viene ammonito per un’entrata da dietro su Taider, la tensione in campo cresce ma il Bologna sembra molto più determinato in questo avvio di ripresa. Arriva però al 57′ l’episodio che potrebbe compromettere la partita della Fiorentina: l’arbitro estrae il secondo cartellino giallo per M. Fernandez per una trattenuta su Maietta poco oltre l’area del Bologna, il giocatore viene espulso e alla squadra di Sousa rimane ancora da giocare in dieci poco più di mezz’ora. La Fiorentina conquista il vantaggio due minuti più tardi grazie alla rete di Bernardeschi su assist di Tello che dalla sinistra la mette al centro per l’azzurro che non sbaglia. Il Bologna però non ci sta ed è al 63′ che la squadra di casa, grazie ad un’azione velocissima , pareggia i conti con Giacchierini. Servito da Donsah, l’attaccante mette di piatto il pallone alle spalle di Tatarusanu. Adesso il Bologna, grazie all’uomo in più, spera di portare a casa i tre punti. Astori su colpo di testa non riesce ad inquadrare la porta al 68′ su un bel cross di Pasqual. Al 70′ si fa male Roncaglia che esce dal campo. La partita è intensa, il botta e risposta avvenuto in tre minuti, ha esaltato le due squadre che cercano il goal della vittoria. Al 74′ Tatarusanu si supera, parando un tiro dal limite di Taider. Sousa manda in campo Zarate per Tello ma la Fiorentina non riesce a reagire. All’88’ ci prova Donsah ma anche stavolta il portiere viola ci mette il piede e gli nega la gioia del goal. Il finale è tutto della squadra di Donadoni, la Fiorentina crea occasioni solo in contropiede, la partita finisce dopo quattro minuti di recupero, pareggio giusto, entrambe le squadre hanno dato il loro meglio soltanto durante il secondo tempo.

Sembrava spianata la strada per la vittoria della viola ma la superiorità numerica del Bologna dopo l’espulsione di M.Fernandez si è fatta sentire.
La squadra di Sousa rimane momentaneamente al terzo posto a quota 46 punti in attesa della gara dell’Inter di domani; il Bologna guadagna un punto importante per muovere la classifica raggiungendo quota 30 punti.

Yes No