Benfica-Bayern Monaco 2-2: Tedeschi in semifinale dopo una partita spettacolare e piena di gol

Basta un pareggio per 2-2 al Bayern Monaco per qualificarsi alla semifinale di Champions League. Il Benfica però esce a testa altissima regalando ai suoi tifosi una partita vibrante e combattuta. Per l’allenatore dei bavaresi Pep Guardiola è la 7ª qualificazione alle semifinali di Champions su sette partecipazioni.

Primi minuti tutti di marca Benfica, con il Bayern che viene punito al 27′ da Raùl Jimenez che al primo tiro della partita beffa di testa Neuer, uscito clamorosamente fuori porta e in maniera scriteriata. Dopo tre minuti Jimenez ha addirittura la chance di raddoppiare ma la spreca tirando debolmente su Neuer. Il Bayern passata la paura reagisce e pareggia poco dopo con un tiro di sinistro preciso di Vidal che di controbalzo buca  la rete del Benfica. Il cileno segna il suo secondo gol contro i portoghesi, dopo quello che è valso la vittoria all’andata.

Ad inizio secondo tempo i bavaresi chiudono il discorso qualificazione: Javi Martinez fa da sponda per Mueller sul calcio d’angolo battuto da Ribery, l’attaccante bavarese deve solo deviare il pallone con il sinistro per metterlo in rete e battere Ederson. Il Benfica tenta con coraggio di portarsi in avanti ugualmente nonostante lo svantaggio: i campioni di Germania, però, dominano e rischiano di dilagare. I portoghesi nel finale riescono a pervenire al pareggio grazie ad una punizione di Tallisca scaturita da un fallo forse da ultimo uomo di Javi Martinez. Il fallo scatena le proteste dell’allenatore portoghese Rui Vitoria che viene espulso. Il Benfica dopo il pareggio prova fino all’ultimo a ribaltare il risultato, ma senza riuscire a sorpassare Neuer. Per Guardiola è la settima qualificazione alle semifinale su sette partecipazioni.

TOP

Vidal, Mueller, Talllisca

FLOP

Neuer, Pizzi, Kimmich, Alonso