Loading

Nella splendida cornice dell’Allianz Arena, Bayern Monaco e Juventus si sono date battaglia per accedere ai quarti di finale di Champions League. Dopo il 2-2 dell’andata, i bavaresi partivano certamente favoriti ma i bianconeri sono riusciti a portarsi in vantaggio di due gol subito nella prima mezz’ora. Il Bayern ha poi dimezzato lo svantaggio al 75′ e agguantato il pareggio al 90′ con due colpi di testa di Lewandowski e Muller.
Ai supplementari i tedeschi entrano in campo con molte più energia e convinzione dei bianconeri e chiudono la pratica qualificazione prima con Alcantara e poi Coman a pochi minuti dalla fine col risultato finale di 4-2.

TOP

– Bayern Monaco
Douglas Costa: L’uomo più pericoloso del Bayern, semina il panico continuamente tra la difesa bianconera e mette più volte pensiero a Buffon con i suoi tiri e i suoi cross sempre tesi e pericolosi. Proprio da una sua invenzione nasce il gol dell’1-2 che riapre i giochi e riaccende le speranze bavaresi culminate nella qualificazione ai quarti.

Juventus
Pogba: 
Partita sublime del francese che festeggia al meglio i suoi 23 anni, offre una prestazione di una qualità altissima. Oltre il gol in apertura, tocca una quantità di palloni impressionante ed effettua giocate sempre decisive in entrambe le fasi, non si risparmia infatti nemmeno in copertura. Sul finale del 1° tempo crea anche i presupposti per il 3° gol ma Cuadrado non concretizza, prestazione superba come quella della sua squadra.

FLOP
Bayern Monaco
Alaba: 
Perfetto esempio di un Bayern arrogante e molto superficiale, commette subito l’errore iniziale che spiana la strada al vantaggio della Juventus e poi mette lo zampino anche nel secondo gol, perdendo la palla che Morata trasformerà in oro per Cuadrado.

-Juventus
Evra: Non sarebbe da flop l’intera prestazione quanto l’errore finale: perde una palla velenosissima che Coman serve a Muller per il gol del 2-2. Un solo errore che però pregiudica tutto quanto di buono fatto fino a quel momento, soprattutto alla luce di come è finita la serata.

Top