Loading

SCZESNY 5,5 – Sul rigore non può farci molto, sul raddoppio tedesco le colpe sono divise tra i compagni della difesa, che questa sera non lo proteggono a dovere. Ma al terzo, seppur difficile, emerge qualche insicurezza: il contropiede fulminante lo spiazza. Al quarto è quasi immobile. Come il resto della retroguardia.

TOROSIDIS 5,5 – E’ il migliore della difesa e forse il più esperto. Non si fa sorprendere e compare svariate volte al di là del centrocampo. Partecipa allo svarione clamoroso in occasione del pareggio finale del Leverkusen.

MANOLAS 5 – E’ il contrario dei compagni di reparto. Nel primo tempo partecipa all’azione, ma nel secondo diventa una comparsa. Si guadagna qualche punizione, ma a metterci una pezza ci pensano i compagni dell’attacco. Al quarto gol il buio totale.

RUDIGER 5 – Rasenta il disastro. Troppi errori e tante insicurezze che vengono fuori soprattutto nel primo tempo con la complicità del compagno di reparto Digne. Sono troppi i retropassaggi che rischiano di diventare pericolosi.

DIGNE 5,5 – Prestazione insufficiente. La difesa della Roma lascia a desiderare e lui commette qualche ingenuità nella prima frazione di gioco.

PJANIC 7 – La serie A aveva bisogno di un nuovo specialista. Eccolo. Mancava solamente questo sigillo per renderlo il re assolto dei calci piazzati. In campo potrebbe camminare. Alla prima punizione cancellerebbe qualsiasi errore.

DE ROSSI 7 – Prima doppietta europea con la maglia della Roma per DDR. Prende per mano i suoi compagni nel momento peggiore per la Roma e li guida alla rimonta. Non sbaglia praticamente nulla, giocando una grandissima gara, forse la più bella della stagione.

NAINGGOLAN 6 – Primo tempo sottotono per il belga che rischia di lasciare anzitempo il campo e commette diversi errori banali. Nella ripresa si “sveglia”, sbagliando pochi palloni e si porta a casa la sufficienza.

FLORENZI 6 – “Cuore di nonna” ci mette come sempre impegno e grinta, anche se non è una serata semplice per Florenzi. Al 70’ forse poteva essere più altruista e servire il suo compagno di squadra in mezzo all’area piuttosto che provare la conclusione da posizione defilata.

(Dal 90’) ITURBE SV.

GERVINHO 6 – Prova a mettere in difficoltà gli avversari con la sua velocità ma gli manca sempre l’ultimo tocco per essere decisivo. Grave l’errore che commette ad inizio ripresa quando salta due avversari, ma spreca malamente davanti a Leno. Si fa perdonare quando al 73’ serve Iago Falque per il poker giallorosso.

(Dall’ 85’) DZEKO – SV.

SALAH 6 – Corre, lotta, aiuta i suoi compagni anche in fase difensiva. Salta l’avversario con facilità ma di azioni pericolose ne arrivano poche.

(Dal 62’) IAGO FALQUE 6,5 – Entra con la Roma in vantaggio per sfruttare il contropiede e lui non si fa pregare… Al 70’ di testa colpisce una traversa dopo una respinta di Leno sulla conclusione di Florenzi, ma tre minuti dopo è freddissimo a trafiggere il portiere.

(in collaborazione con Francesca Cuccuini)

Top