Atalanta-Roma 3-3: le pagelle dei giallorossi

Pareggio che profuma di sconfitta per la Roma che va in vantaggio di 2 gol, viene rimontata e superata dai gol dell’ex e infine agguanta il pareggio con l’eterno Totti. Giallorossi che approcciano bene la gara e segnano due volte nella prima mezz’ora, poi si spengono e non approfittano del passo falso del Napoli, dovendosi anche guardare le spalle da un inaspettato ritorno dell’Inter.

Szczesny 4,5: Male sui gol dell’Atalanta, continua ad alternare buone prestazioni a mancanze quasi inspiegabili per uno del suo livello.

Digne 6,5: Buona partita del terzino francese che però dura poco a causa di un infortunio, in questo spezzone riesce anche a trovare il gol del vantaggio.
– dal 33′ Emerson 6: Rispolverato dopo lunga inattività, l’esterno sinistro si mette in mostra in fase offensiva, ma è da rivedere la fase di copertura.

Rudiger 5: Schierato terzino a destra soffre molto la velocità degli attaccanti bergamaschi, soprattutto del Papu Gomez. Viene poi riportato al centro della difesa dove mostra meno difficoltà.

Manolas 4,5: In completa confusione oggi, l’attacco dell’Atalanta dalle sue parti fa il bello e il cattivo tempo e l’affiatamento con Zukanovic è più che da rivedere.

Zukanovic 4,5: Parte da titolare e delude molto le attese, sempre poco attento e sicuro. Sbaglia completamente sul gol del 3-2 venendo poi sostituito.

De Rossi 5: Dopo l’opaca prestazione contro il Bologna, Spalletti lo ripropone in mezzo al campo ma non ottiene le risposte sperate.
dal 77′ Totti 6,5: Entra e ravviva l’attacco della Roma come già successo nella sfida di lunedi, una settimana fa aveva trovato l’assist, oggi segna il gol del definitivo 3-3.

Florenzi 6: Quello che ci prova sempre più di tutti, non molla mai a differenza dei suoi compagni che appaiono più remissivi. Nella seconda parte va in calando anche se il suo apporto è sempre constante.

Nainggolan 6,5: Il migliore dei suoi, corre e lotta come un leone e trova anche il gol dello 0-2 coronando un contropiede perfetto. Anche quando la sua squadra molla rimane in partita.

Salah 5: Per nulla in giornata, azzecca solo l’azione del raddoppio romanista per poi perdersi in dribbling e giocate inutili. Molto più spento rispetto al solito.

Dzeko 5: Solita partita ambigua, quando ormai si pensava di aver recuperato almeno in parte il bomber che fu del Wolfsburg e del City, sbaglia un altro gol clamoroso e concede nuova linfa ai suoi detrattori.

Perotti 6: Come tutti i suoi compagni, gioca una partita spaccata in due. Nella prima parte buona qualità, poi cala quando l’Atalanta esce fuori. Effettua sempre buone giocate, ma spesso i suoi compagni non lo seguono.

Yes No