3 min readAccordo EA Sports e Ligue1: in arrivo il primo torneo ufficiale di eCalcio

3 min readAccordo EA Sports e Ligue1: in arrivo il primo torneo ufficiale di eCalcio

2 Novembre 2016 Off Di Federico Pasquazi

La LFP (lega calcio francese) meglio nota come Ligue1 ha annunciato uno storico quanto rivoluzionario accordo con la EA Sports, ovvero uno delle maggiori compagnie dedite alla creazione e distribuzione di videogiochi nel mondo, per lanciare il primo campionato francese ufficiale in elettronico. La nuova liga virtuale si chiamerà e-Ligue1, nome molto simile a quello del campionato reale, ovvero la Ligue1, dove la “e” sta per “elettronico”. Si tratterà a tutti gli effetti del primo campionato di calcio virtuale a fare capo a una lega professionistica in Europa. confermando di fatto l’effetto dirompente che gli eSports stanno avendo sul mondo sportivo ed economico in generale (leggi qui il nostro approfondimento sul fenomeno eSports).

Soddisfatto dell’accordo è Didier Quillot, presidente della LFP che dichiara: “Siamo davvero orgogliosi di collaborare con EA Sports per il lancio della e-Ligue. Quest’accordo tra una realtà sportiva e una casa produttrice di videogiochi rappresenta una grande novità per il mondo dello sport francese ed europeo. Gli sport elettronici assumono sempre più valore, come testimonia un mercato caratterizzato da diritti di trasmissione, sponsor e merchandising. Siamo felicissimi di dare vita a un progetto così innovativo e che apporterà molti benefici per i nostri club”. Fanno eco le parole di Dominique Horn, direttore generale di EA Soprts Francia: “Per noi la creazione della e-Ligue 1 è una grande opportunità per incrementare il nostro approccio al gioco inteso come competizione. L’idea è quella di vivere lo spirito agonistico dei nostri giocatori, dai principianti fino ai più forti. Per loro è un’opportunità unica per scrivere la storia rappresentando la propria squadra del cuore”.

COME SI SVOLGERÀ IL CAMPIONATO

La partecipazione al torneo è aperta anche ai calciatori professionisti. I veri destinatari del progetto però sono i videogiocatori più forti del Paese. Per la nuova competizione si utilizzerà il gioco di EA Sports Fifa17 ed ognuno dei 20 club di calcio francese potrà “assumere” due videogiocatori di calcio in rappresentanza dei propri colori, uno per la piattaforma Xbox ed uno per la PlayStation4. Il campionato partirà il 7 Novembre e la prima sessione di gioco si concluderà a Gennaio 2017 con l’assegnazione del titolo d’inverno. Da Febbraio a Marzo avverrà la seconda fase, quella primaverile. Vi sarà prima una fase eliminatoria ed in seguito una fase finale nazionale. Le quattro finaliste dei tornei invernale e primaverile, si sfideranno nei play-off di Maggio 2017 e decreteranno il vincitore della prima e-Ligue1 della storia. Gli addetti ai lavori credono sia possibile la nascita in parallelo di altre e-leghe nel resto d’Europa. Oltre la Francia, dunque, sarebbero pronti i più grandi campionati come la Premier o chissà anche il campionato italiano. In caso di creazione di altri campionati elettronici, c’è da aspettarsi la nascita della Champions League virtuale. Saranno infatti le vincitrici dei play-off a giocare contro gli altri club europei. Tra i club transalpini, il Paris Saint Germain risulta essere la squadra più preparata alla nascita di questo nuovo evento, tanto da avere pronto da tempo un suo team. Poco dietro la seguono Olympique Lione ed Olympique Marsiglia, anch’esse appena dotate di una squadra. Più indietro tutti gli altri club, anche se rassicura Quillot, la Lega è pronta ad aiutare i vari club nel formare le squadre. Nonostante i club non sembrino partire sullo stesso livello, su una cosa però il coro è unanime e ciò che tutti i presidenti giudicano l’iniziativa estremamente valida ed innovativa. Il PSG risulta essere al momento il vero club pioniere in questo settore non solo in Francia ma anche nel mondo. La società fa sapere di essere molto interessata all’ingresso nel mondo degli sport elettronici. Lo stesso presidente Al-Khelaifi desidera che il suo PSG diventi un marchio leader internazionale anche grazie l’adesione a nuove discipline. Oltre ad essere una grande rivoluzione nel mondo del calcio, la nascita della e-Ligue1 rappresenta anche un grande salto di qualità per il mondo degli e-Sports già diffusi da anni.

E L’ITALIA?

Se si vuole capire cosa sta succedendo nel nostro Paese, occorre andare a Genova, dove sono attive entrambe le sponde. La Sampdoria sembra più avanti essendo la prima italiana ad aver messo sotto contratto un campione del videogioco dell’EA Sports. Mattia Guarracino ingaggiato dalla Samp ha già vinto tornei sia in Italia che all’estero. Il Genoa dal canto suo è l’unica italiana ad aver risposto all’invito della Fifa per partecipare al torneo Fifa Interactive World Cup del 2017. A parte Genova le altre squadre sembrano raccogliere tiepidamente questa nuova sfida. Eppure sul mondo E-sports bisognerà porre molta attenzione nel prossimo futuro dove si prevede una forte crescita dell’intero settore. Fonti francesi affermano ad esempio che il business è in forte crescita. L’avvento di questo tipo di manifestazioni sul mezzo televisivo farà aumentare notevolmente gli introiti. Canal+, ha già firmato, ad esempio, un accordo con l’Electronic Sports League (ESL), la più importante organizzazione di sport elettronico mentre sul canale TNT saranno diffusi tutti gli incontri di Fifa17. L’institut Deloitte dice che il giro d’affari complessivo potrà aggirarsi sui 450 milioni di dollari nel prossimo futuro.

Correva l'anno home