Loading

È arrivato il giorno in cui Gonzalo Higuain deve presentarsi ufficialmente come nuovo membro della Juventus e la tensione si legge chiaramente sul suo volto.

Sia la squadra che i tifosi lo hanno accolto con grande calore e il giocatore ne è entusiasta. La sua decisione di lasciare il Napoli è stata lunga e sofferta ma adesso spera soltanto di fare grandi cose alla Juventus, squadra che ha sempre ammirato anche da avversario. Ai microfoni della Gazzetta dello Sport racconta le sue impressioni sulla nuova squadra che sta per accoglierlo: “Ho scelto la Juve perché è una grandissima squadra, abituata a vincere. Qui tutti hanno una mentalità vincente, la società ha un progetto incredibile e questo è uno dei motivi per cui ho deciso di venire qui. Tutti conoscono la Juve all’estero. Voglio ringraziare Agnelli, Marotta e Paratici che hanno fatto un grandissimo sforzo economico per me, farò di tutto per dimostrare che hanno fatto bene a comprarmi. Speriamo di fare una grande stagione. Ci sono momenti nella vita in cui si deve prendere una decisione, io l’ho fatto perché pensavo fosse la migliore per me. Ovviamente non è stato facile, sono state giornate lunghissime con la mia famiglia e con i miei amici“.

I rapporti con il Napoli non sembrano essere negativi, dei suoi ex compagni e dell’ex allenatore ha solo commenti positivi. Di Sarri, infatti, dice: “In questi giorni ho scelto di stare tranquillo e in silenzio, di godermi la vacanza con famiglia e amici, non volevo pensare a niente. Posso avere solo belle parole per lui, è stato un grandissimo allenatore per me, mi ha fatto crescere, gli mando un grande saluto da qua. Se è arrabbiato perché non l’ho chiamato prima di venire alla Juventus, gli chiedo scusa, ma per lui ho solo parole di ringraziamento“. Approfitta dell’occasione anche per ringraziare e salutare i tifosi del Napoli che non hanno preso di buon grado la sua decisione: “Voglio salutare i tifosi del Napoli perché con me sono stati bravissimi. Capisco che sono arrabbiati con me, ho visto insulti sulla mia decisione, però questa è una scelta che dovevo fare e sono felice per questo“.

I suoi progetti per il futuro, qui alla Juventus, sono gloriosi. La sua speranza è quella di essere utile alla squadra per raggiungere i suoi obiettivi e vincere, di riuscire a fare tanti gol sia in campionato che in Champions League e di legare con i suoi compagni, perché per lui il gruppo è tutto.

Top