Juventus-Napoli, parla Maurizio Sarri: “I bianconeri sono di un’altra categoria”

Juventus-Napoli, parla Maurizio Sarri: “I bianconeri sono di un’altra categoria”

14 Febbraio 2016 Off Di Biancamaria Ciccarelli

Il Napoli di Maurizio Sarri dopo otto vittorie consecutive in campionato cade contro la Juventus. Uno scontro diretto che sancisce un risultato importante e quasi decisivo, perché le due squadre si giocano la testa della classifica.

Il tecnico, nella classica conferenza stampa post-partita ha parlato della sconfitta, commentando così: ”È una partita che si poteva decidere solo con un episodio. Fa male perché quell’episodio poteva capitare a noi e ora staremmo parlando di un’altra partita. Potevamo essere più sfrontati e giocarcela forse un po’ di più, ma stiamo parlando pur sempre di una squadra che è alla quindicesima vittoria consecutiva e non era facile fronteggiarla. È una gara che brucia perdere così, credo che se qualcuno ha spento la tv all’86’ farà fatica a dire che abbiamo perso noi.  Abbiamo fatto una partita di grandissima applicazione difensiva, forse un po’ lacunosa a tratti nella fase offensiva. Questa è l’impressione a caldo che ho avuto io, ma va detto anche che una partita così importante fino ad ora non l’avevamo ancora giocata e forse la paura di prendere gol ci ha un po’ condizionati. La Juventus è palesemente di un’altra categoria, siamo contenti di essercela giocata alla pari. Trarremo qualche preziosa lezione da questa gara ma non cambia assolutamente nella nostra corsa in campionato. Da qui a fine anno può succedere di tutto, ma non solo fra Juventus e Napoli, anche con quelle di dietro. La situazione è molto fluida e noi non dobbiamo far altro che pensare partita per partita”.

L’amarezza di Sarri non si limita soltanto al risultato, ma anche alla performance dei singoli. Il tecnico, infatti, si è espresso anche sulla prestazione di Gonzalo Higuain, che non è stato in grado di mostrare le sue doti e non ha entusiasmato per lo stato di forma: “Non ha fatto la sua miglior partita ma noi la nostra partita l’abbiamo fatta lo stesso. Credo che raramente la Juve ha avuto così poche palle-gol in casa, vuol dire che abbiamo fatto una partita molto attenta e che siamo stati in gara fino alla fine. Per me conta questo”.

Correva l'anno home