Loading

TOP:

KEITA – Si spreme più di tutti ed è l’unico a non abbassare i ritmi fino al triplice fischio finale. Corre e si porta più di tutti nell’area avversaria. Pioli lo riprende per la posizione sbagliata, ma nei minuti finali è l’unico a correre.

FRIDEK – Apre il match con un gran goal sul quale Marchetti non può fare molto di più. Dopo dodici minuti cambia le regole in campo e costringe la Lazio a cambiare idee e gioco.

FLOP:

MATRI – Quasi nullo. Il reparto offensivo biancocelste non da molte soddisfazioni da parecchio tempo e lui è solamente un altro dei tentativi di Pioli di trovare, in casa propria, l’attaccante giusto per questa squadra mai concreta.

DOCKAL – L’allenatore si vede costretto a sostituirlo con Fatai all’inizio del secondo tempo. Partita inconsistente e contaminata da errori a volte elementari.

Top